Notizie

Mostra “Suffragette italiane verso la cittadinanza (1861-1946)”

C:\Users\Deborah\Desktop\Mostra_Suffragette_italiane_verso_la_cittadinanza_(1861-1946).png

 

Titolo della mostra: Suffragette italiane verso la cittadinanza (1861-1946)
Fonti: Archivi storici di Unione Femminile Nazionale – Fondazione A. Kuliscioff
Genere: mostra storico/fotografica
Luogo: Mantova-Casa di Rigoletto
Inaugurazione: 24 febbraio 2018 – ore 18,00
Durata: 24 febbraio -16 marzo 2018
A cura di: Concetta Brigadeci, Marina Cattaneo, Eleonora Cirant. Giuliana Franchini
Organizzazione della mostra a Mantova: Comune di Mantova – Istituto Mantovano di Storia Contemporanea, Donne degli Horti, Gruppo7-Donne per la Pace

Info: 0376.288208

 

La Casa di Rigoletto ospita fino al 16 marzo, un’interessantissima mostra, realizzata con immagini e documenti provenienti dagli archivi dell’Unione Femminile Nazionale e della Fondazione Anna Kuliscioff. Raccontano le vicende del movimento per il suffragio femminile in Italia e nel contesto internazionale in un arco di tempo che va dal 1861, anno dell’Unità d’Italia, al 1946, data delle prime elezioni a suffragio universale. Un percorso avvincente che sembra scorrere parallelamente alla storiografia ufficiale -che di fatto ne ignora quasi  l’esistenza- e che parla di un passato, non così remoto, in cui si credeva che il voto alle donne fosse addirittura cosa “contro natura”. Una mostra che ci permette di cogliere l’importanza di quelle lotte condotte per il suffragio, per l’emancipazione femminile, ma anche, e soprattutto, per una crescita etica e culturale dell’intera società civile. Femminicidio e violenza di genere, mostri quotidiani dei nostri tempi, sono i bersagli contro cui ingaggiare le prossime sfide, che dovranno vedere la partecipazione di tutte le componenti sociali, a sostegno di una battaglia che i movimenti femminili non hanno mai smesso di combattere.

Il Sindaco
Mattia Palazzi

Mostra_Suffragette_italiane_verso_la_cittadinanza_(1861-1946)I materiali esposti, provenienti in gran parte dagli archivi delle due organizzazioni milanesi, ci narrano quanto sia stata lunga e sofferta la battaglia delle donne italiane scese in campo per rivendicare il suffragio, insieme a una definitiva parità di diritti civili. La versione mantovana della mostra è promossa dal Gruppo7-Donne per la Pace, insieme alle Donne degli Horti ed  sostenuta dal Comune di Mantova e dall’Istituto Mantovano di Storia Contemporanea. La parabola del movimento suffragista italiano si snoda attraverso la lotta coraggiosa delle donne per ottenere il diritto di voto: un lungo percorso che parte dal 1861, anno dell’Unità d’Italia, e si conclude soltanto nel 1946, anno delle prime elezioni a suffragio universale (ricordiamo che l’Inghilterra aveva ottenuto il voto amministrativo già nel 1918, proprio grazie alla tenace militanza dei movimenti femminili). Manoscritti, fotografie, volantini, giornali, vignette satiriche, restituiscono il clima e i contenuti di quella intensa vicenda della politica italiana che vede nascere il movimento emancipazionista a Milano, dove le condizioni culturali, economiche, sociali e politiche ne favoriscono lo sviluppo.

Daniela Ferrari
Presidente Istituto Mantovano di
Storia Contemporanea